Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

SU LO - LA VIA DEGLI INSEGNANTI

"... l’insegnamento non è più il semplice trasferimento di conoscenze. L'insegnamento deve essere stimolante, che suscita un risveglio, in grado di creare opportunità di  apprendimento per gli altri. Perciò, chiunque ispira gli altri in modo positivo è un insegnante, colui che contribuisce al progresso della  società. Chiunque sia desideroso di abbracciare questa convinzione è sulla via del Su-Lo. Il maestro tradizionale sceglie alcuni discepoli a cui trasferire le proprie conoscenze. Il Maestro Su-Lo apre  le porte del suo insegnamento a tutti coloro che comprendono il suo messaggio. Egli non trasmette il 'sigillo della mente' al successore, egli lascia il sigillo - come sopra rappresentato - alla  portata di coloro che vogliono proseguire il cammino...." G.M. Phan Hoang 22 marzo 2012 Anche noi istruttori di Trento abbiamo partecipato a questo primo ciclo di stage dedicato alla preparazione ed all'allenamento specifico per insegnan

"SUI GRANDI NUMERI SI SCOPRONO I PICCOLI ERRORI"

Questo è il  titolo dello stage svoltosi sabato 10 e domenica 11 2015 a Trento, titolo che spontaneamente è nato proprio alla fine dello stage stesso dalla voce di Iva Tue-Y e che ha visto la partecipazione di 20 persone da Trento, Pergine, Sangano, Brescia ed Oderzo DA DOVE E' SPUNTATA QUESTA FRASE? COSA VUOL DIRE ? ANDATE A SCOPRIRLO SUL BLOG DEI NOSTRI AMICI DI SANGANO! www.vietchiinstitutetorino.blogspot.it Foto nella sezione "foto e video"

AD OGNI SITUAZIONE UNA SOLUZIONE!

Siamo in ufficio: il responsabile ci coinvolge in una riunione dove viene chiesta la nostra opinione. Come ci comportiamo? Ci sentiamo nel panico oppure siamo in grado di intervenire dando un valore aggiunto? Ora pensiamoci a casa: è da tempo che cerchiamo quell’idea per migliorare un qualcosa che non ci soddisfa (magari vorremmo ridefinire gli spazi interni oppure applicare una soluzione che tanto ci è piaciuta a casa dal nostro amico). Cosa ci blocca impedendoci di raggiungere questo obiettivo?   Immaginiamo infine una serata con gli amici: vorremmo fare una bella figura. Andiamo nel guardaroba ma non riusciamo ad abbinare con soddisfazione quello che abbiamo. Come possiamo vincere questo disagio e trovare “quell’accessorio” che permetta di distinguerci?   Il denominatore comune che permette di RISOLVERE queste situazioni può essere trovato nella CREATIVITA ’. Essa è una caratteristica comportamentale che ci consente di trovare una risposta a tanti problemi aumentand

LA NOSTRA VIET-ESTATE!

VIET CHI DAO AL CHIAR DI LUNA   2 LUGLIO , 31 LUGLIO e 29 AGOSTO, Spiaggia di S. Cristoforo Foto nella pagina foto e video   VIET-SELLA SABATO 4 LUGLIO,  VAL DI SELLA (Valsugana),  casa di Selina e Lorenzo Foto nella pagina foto e video VIET-CANOA DOMENICA 26 LUGLIO,  lago di S. Giustina Foto nella pagina foto e video  

Pensieri dalla Abbazia Sacra di S. Michele (Val di Susa)

"La persona ha nella sua natura stessa tutti i costitutivi del diritto: essa è, dunque, il diritto sussistente, cioè l'essenza del diritto" (A. Rosmini, Filosofia del diritto) IL SILENZIO L'uomo, nella nostra civiltà, vive nel rumore: non sa più che cosa è il silenzio. La vita nasce nel silenzio, l'uomo muore nel silenzio, Dio si incontra nel silenzio. IL silenzio è indispensabile alla vita umana: esso stimola a pensare, serve a non sbagliare,  dispone ad ascoltare, aiuta a pregare. E' necessario nella vita avere momenti di silenzio: tacere di sè è umiltà tacere degli altri è carità tacere in certi momenti è saggezza tacere nell'insicurezza è prudenza, tacere quando tutto va storto è pazienza. L'uomo autentico ama il silenzio, medita il silenzio,  decide nel silenzio. Non si deve avere paura del silenzio: esso è maestro di verità, è gusto di profondità, è pace, gioia, serenità, è il modo per

18 aprile: UNA CONFERENZA IMPERDIBILE

SABATO 18 APRILE ABBIAMO AVUTO L'ONORE DI PARTECIPARE ALLA CONFERENZA SULL'EQUILIBIO DI ELEMENTI, MERIDIANI, ALIMENTAZIONE (E TANTO ALTRO) TENUTA DALL'INSEGNANTE DI SHIATSU E SHINTAI SCHOOL CLAUDIA BERETTA DI PADOVA. UNA CONFERENZA CHE SI E' DIMOSTRATA SCRIGNO DI PREZIOSE INFORMAZIONI ED INSEGNAMENTI. UN CALOROSO E SPECIALE GRAZIE A CLAUDIA CHE SPERIAMO TORNI TRA LE NOSTRE MONTAGNE AD INSEGNARCI ALTRI SEGRETI DELLA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE. Nel VIETCHIWEB, cartella "teoria", potrete trovare la registrazione, gli appunti e i cartelloni della conferenza. LA NOSTRA CARMEN, SULLA SPINTA ENTUSIASTA DELL'EVENTO, HA CERCATO E TROVATO IN UN SUO VECCHIO LIBRO QUESTO SCHEMA.  Grazie Carmen per averlo condiviso con noi! 

IL VIET CHI DAO IN FIERA A TRENTO: UN SUCCESSONE!

SABATO 7 MARZO, dalle 12.45 alle 13.30 all'interno della Fiera " IDEE BENESSERE "  di TRENTO , si è svolta una nostra dimostrazione /lezione aperta al pubblico. Il risultato: 16 praticanti presenti, 10 persone del pubblico hanno partecipato con entusiasmo alla micro-lezione tanto da aderire anche alla foto finale di gruppo. Anche la responsabile organizzatrice della fiera stessa si è lasciata trascinare dalla nostra energia, questo il suo commento a posteriori: Ciao Paola, grazie per le foto e per l'intensità e l'entusiasmo che tu e i tuoi allievi avete messo nell'essere presenti a Idee Ben Essere. Conoscere voi e percepire ciò che il Viet Chi Dao smuove è stata un'esperienza profonda. Vi auguro il meglio Alena Resp. organizzativo Idee Ben Essere Keeptop Fiere s.r.l. Un speciale grazie a Michele per il suo indispensabile aiuto, un grazie a Maurizio per aver curato le pubblic relations, un grazie a Flora, Paola, Assunta, Grazia, Lorett

RIFLESSIONI PROVOCATORIE....

DOBBIAMO STARE BENE PER POTER PRATICARE IL VIET-CHI-DAO O PRATICARE IL VIET-CHI-DAO PER STARE BENE??? Attendo commenti.............. Frasi da ricordare.... ''KINDNESS HAS ITS OWN LIMIT BEYOND WHICH STUPIDITY WILL COME'' (gm PH 15.01.15) LA PARTECIPAZIONE è la chiave del successo in ogni cosa,    DORMIRE è un buon modo di riposarsi quando è necessario,    DORMIRE TROPPO significa morire lentamente dall’interno… (GM, 12 luglio 2014)

HO DIEP CONG - la lezione della farfalla

La lezione della farfalla Un giorno, un piccolo foro apparve in un bozzolo. Un uomo che passava di lì, si fermò per diverse ore ad osservare la farfalla che cercava con tutte le forze di uscire da quel buchino. Dopo parecchio tempo, la farfalla sembrò aver abbandonato i suoi sforzi: il buco era ancora piccolo. Potremmo dire che la farfalla ci aveva provato con tutto quel che aveva, e non ce la faceva più. L'uomo decise allora di aiutarla: prese un coltellino e aprì il bozzolo. Subito la farfalla riuscì ad uscire: il suo corpo era magro e intorpidito, e le sue ali non si erano ancora sufficientemente sviluppate e riuscivano a malapena a muoversi. L'uomo continuò a guardare, pensando che da un momento all'altro le ali della farfalla si sarebbero aprte e lei avrebbe preso il volo... ma non accadde! La farfalla passò il resto della sua vita trascinando il suo magro corpicino sul terreno e con le ali rattrappite: non riuscì mai a volare. Ciò che l'uomo non

UN WE PIENO DI INSEGNAMENTI E SORPRESE

Dal 6 all'8 febbraio io e Michele, assieme a Massimo di Oderzo, ci siamo recati a Torino per vari impegni relativi al VIETCHI INSTITUTE. Venerdi sera si è svolta l'Assemblea Generale annuale dell'Associazione, sabato abbiamo lavorato tutto il giorno a tavolino su vari aspetti organizzativi e domenica è stata la giornata degli esami. Si sono svolti, infatti, i primi esami per il rilascio di nuove cinture nere e il riconoscimento di nuovi gradi per quelle già esistenti. E' stata un'esperienza fantastica: 4 ore al mattino per esaminare 4 nuove Black Balt di 1° Dang, tutti bravissimi, preparazione ineccepibile e completa da tutti i punti di vista (che sono tanti!).  Il clima instaurato in tale occasione è stato ancora più fantastico: non c'erano allievi, non c'erano insegnanti o maestri, non c'erano esaminandi o esaminatori, vi era solo un gruppo di persone "alla pari" che, con molta umiltà e tranquillità, si scambiava conoscenze, considerazio